Amarcord: Spa-Francorchamps

12esima tappa del mondiale, tra i boschi del Belgio

Spa…non un centro benessere o un resort, ma uno dei più antichi autodromi mondiali, nato unendo le strade pubbliche che collegavano le città di Francorchamps, Stavelot e Malmedy: il risultato era un percorso di 14 km, molto veloce e altrettatnto pericoloso. La curva dell’Eau Rouge e del Radillon, sequenza sinistra-destra-sinistra posta in leggera salita, ha per anni costituito un banco di prova per l’abilità e il coraggio dei piloti, assieme al tornante di Stavelot e al curvone di Blanchimot.

La Formula 1 vi corre sin dalla prima edizione; tuttavia, dopo il 1970, si è deciso di spostare il Gran Premio del Belgio prima a Nivelles e poi a Zolder, perché le velocità raggiunte erano ormai incompatibili con le possibilità di sopravvivenza del pilota in caso di incidente grave.

Spa viene ridotto nella lunghezza e ammodernato nelle vie di fuga, e si ripresenta in calendario nel 1983, dopo che a Zolder l’anno precedente perde la vita Gilles Villeneuve sulla Ferrari; dal 1985, con l’eccezione del 2003 e del 2006, è una tappa fissa del Mondiale, e l’ultima modifica (2007) riguarda la chicane del Bus Stop e il tornante della Source. Quest’ultimo, posto subito dopo la partenza, è un punto critico: stretto in entrata, si allarga progressivamente permettendo traiettorie molteplici ai piloti. La Eau Rouge, infine, pur addolcita, costituisce ancora una delle curve più spettacolari dell’intero Circus.

La famosa Eau Rouge

Erano 14 chilometri e 120 metri nel 1950, affrontati da Fangio, con l’Alfa Romeo 158, in 4 minuti e 34 secondi. Poi, nel 1970, fu Chris Amon a stabilire il giro record: 244,7 km/h e 3’27″4. Storicamente sede del gran premio con 48 edizioni, oltre a Spa la Formula 1 ha corso anche a Nivelles, vicino Bruxelles, per due edizioni, oltre alle 10 disputate a Zolder.

Episodio durante il GP del 1998

La festa in Ferrari per il settimo titolo, con la F2004, conquistato a Spa nel 2004

Le 6 vittorie di Schumacher sono il riferimento assoluto, una più di Senna e due più di Clark e Raikkonen. Al primato delle pole position, seppur in condivisione con Fangio e Senna, guarda Hamilton, l’unico dei piloti in attività a poter vantare tre partenze davanti a tutti. Fu corsa a eliminazione, sin dalla prima curva, nel 1998. Al traguardo arrivarono solo in 8, al termine di una giornata caratterizzata da una pioggia incessante. Dominio di Schumacher, vola sul bagnato, poi accade uno degli episodi più controversi della F1 moderna: il tamponamento ai danni di Coulthard.

Gran Premio del Belgio 1998

 

Nel 2016, vittoria di Rosberg (Mercedes) davanti a Ricciardo (Red Bull) per 14”; solo terzo Hamilton. Vediamo insieme il circuito e l’OnBoard della Pole 2016 [Nico Rosberg].

Nome Circuit de Spa-Francorchamps
Sede Francorchamps, Belgio
Tipologia Permanente
Edizioni disputate 48
Giri gara 44
Lunghezza circuito 7,004 Km
Numero curve 19
Lunghezza gara 308,052 Km
Giro record 1’47″263
Detentore record Sebastian Vettel, Red Bull, 2009

 

 

Luigi Gueli

Classe 1996. Studente di Ingegneria Aerospaziale.
Da sempre nutre la passione per tutto ciò che ammette movimento, 4 e 2 ruote comprese.

You may also like...