Analisi Tecnica: le novità introdotte per il GP di Abu Dhabi

Ultimo appuntamento dell’anno a Yas Marina, dove Vettel ottiene il miglior tempo in FP1; tanti gli esperimenti in vista del 2018


Mercedes

Il team di Brackley in vista del nuovo anno, ha effettuato degli esperimenti sulla W08 durante le FP1: cosa si celano nella nicchia, zavorre o sensori? ’è chi pensa a dei sensori e chi, invece, crede che nella nicchia possa essere stata inserita della zavorra per provare a spostare dei pesi utili a trovare un diverso bilanciamento, tenuto conto che il regolamento tecnico della F.1 lascia ben poco spazio per spostare delle masse, essendo la distribuzione dei pesi fissata dalle norme.

Non mancano ovviamente i test aerodinamici con i rastrelli Pitot, che in mattinata sono stati effettuati nella vettura di V.Bottas dove, nell’ultima fase di prove, ha testato l’Halo, il dispositivo di protezione del pilota posto sopra il cockpit.


Ferrari

Sebastian lavora in funzione della gara che chiude la stagione nella speranza di interrompere una sorta di maledizione che non ha mai permesso alla Rossa di vincere a Yas Marina, mentre Iceman s’incarica dello sviluppo delle parti che sono funzionali al 2018. La sorpresa è quella di un nuovo diffusore e fondo che è stato montato sulla Ferrari di Raikkonen: è facilmente riconoscibile perché gli aerodinamici guidati da Enrico Cardile hanno ripreso dei concetti che si sono visti recentemente sulla Red Bull RB13 e sulla Mercedes W08.

I bordi esterni del diffusore che sulla macchina di Sebastian sono caratterizzati nel bordo di uscita dalla frastagliatura di ben sei mini flap montati a “saracinesca”. Questi elementi, a loro volta, sono preceduti da tre deviatori di flusso verticali arcuati verso l’alto.

Sulla SF70H di Kimi, sopra, si osserva una maggiore pulizia con i due elementi del Gurney flap che danno origine a due soffiaggi e niente più nella parte più esterna, quasi che a Maranello l’anno prossimo vogliano aumentare l’altezza del retrotreno per esasperare l’assetto Rake, seguendo le indicazioni emerse proprio dalla Red Bull.

Il pilota finlandese dispone anche di un fondo nuovo che è facilmente riconoscibile per i quattro vistosi soffiaggi nel bordo laterale del pavimento davanti alla ruota posteriore che si erano visti in Messico sulla Rossa di Sebastian.

La Ferrari, ha montato un rastrello di sensori dietro alla ruota posteriore sinistra: gli aerodinamici del Cavallino stanno analizzando come ripulire la scia dietro alla ruota posteriore, tenuto conto che sulla SF70H di Kimi Raikkonen hanno montato il nuovo diffusore che mostra un disegno molto simile a quello della Red Bull.


Red Bull

La Red Bull è in linea con le scelte della squadra di Brackley e ha montato un rastrello particolarmente grande su entrambi i lati della RB13: è interessante l’accuratezza di queste installazioni che vengono specificatamente seguite e sviluppate da un gruppo di tecnici dedicati.


Haas

Ad Abu Dhabi si è rivisto il complessissimo bargeboard che si integra ai deviatori di flusso laterali alle pance ormai caratterizzato dai coltelli in stile Mercedes. Ogni elemento del pacchetto aerodinamico deve dialogare con quelli vicini. L’immagine mostra due aspetti interessanti: la Haas ha rinunciato al bordo di entrata del fondo rialzata, mentre la grande ala a profilo di delta che si nota al lato della scocca evidenzia la presenza di due profondi tagli diagonali.


La Ferrari vuole cancellare la “maledizione” di Yas Marina dove la Rossa non ha mai vinto e, una volta tanto, la SF70H è sembrata messa in pista con le soluzioni giuste dall’inizio, senza dover inseguire la concorrenza come è accaduto spesso durante il campionato. Vettel ha girato con una macchina in configurazione standard, mentre Kimi Raikkonen si è dedicato allo sviluppo di un nuovo diffusore posteriore (in stile Red Bull) che poi è stato tolto dopo che sono state fatte tutte le comparazioni in vista del 2018.

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 5 germany Sebastian Vettel Ferrari Ferrari 23 1’39.006 201.951
2 44 united_kingdom Lewis Hamilton Mercedes Mercedes 25 1’39.126 0.120 0.120 201.706
3 33 netherlands Max Verstappen Red Bull TAG 15 1’39.154 0.148 0.028 201.649
4 7 finland Kimi Raikkonen Ferrari Ferrari 22 1’39.518 0.512 0.364 200.912
5 77 finland Valtteri Bottas Mercedes Mercedes 30 1’39.741 0.735 0.223 200.463
6 11 mexico Sergio Perez Force India Mercedes 24 1’40.293 1.287 0.552 199.359
7 14 spain Fernando Alonso McLaren Honda 20 1’40.522 1.516 0.229 198.905
8 2 belgium Stoffel Vandoorne McLaren Honda 15 1’40.569 1.563 0.047 198.812
9 19 brazil Felipe Massa Williams Mercedes 27 1’40.723 1.717 0.154 198.508
10 3 australia Daniel Ricciardo Red Bull TAG 29 1’40.773 1.767 0.050 198.410
11 35 united_kingdom George Russell Force India Mercedes 26 1’41.131 2.125 0.358 197.707
12 8 france Romain Grosjean Haas Ferrari 24 1’41.306 2.300 0.175 197.366
13 18 canada Lance Stroll Williams Mercedes 27 1’41.581 2.575 0.275 196.832
14 10 france Pierre Gasly Toro Rosso Renault 29 1’41.646 2.640 0.065 196.706
15 55 spain Carlos Sainz Jr. Renault Renault 23 1’41.748 2.742 0.102 196.509
16 94 germany Pascal Wehrlein Sauber Ferrari 26 1’41.752 2.746 0.004 196.501
17 27 germany Nico Hulkenberg Renault Renault 26 1’41.864 2.858 0.112 196.285
18 50 italy Antonio Giovinazzi Haas Ferrari 21 1’42.065 3.059 0.201 195.898
19 9 sweden Marcus Ericsson Sauber Ferrari 28 1’42.344 3.338 0.279 195.364
20 28 new_zealand Brendon Hartley Toro Rosso Renault 35 1’42.585 3.579 0.241 194.905
Luigi Gueli

Classe 1996. Studente di Ingegneria Aerospaziale.
Da sempre nutre la passione per tutto ciò che ammette movimento, 4 e 2 ruote comprese.

You may also like...

Motor Racing League plugin by Ian Haycox