E’ il turno della Williams: ecco la nuova FW41!

Nei canali social della scuderia di Sir.Frank si mostra la vettura che parteciperà al mondiale 2018 con Lance Stroll e Sergey Sirotkin.

https://twitter.com/WilliamsRacing/status/964216156990181377

La Williams Martini Racing ha scelto un pub londinese per il lancio della squadra 2018 e per offrire una prima visione della FW41. Era normale, quindi, che si dovesse aspettare la sera per togliere i veli dalla macchina.

Il team di Grove aveva provato a giocare d’anticipo su tutti gli altri puntando la data del 15 febbraio, ma non aveva fatto i conti con la Haas che ha mostrato ieri la sua VF-18 con un blitz mediatico non programmato, precedendo il vernissage della bianca monoposto che deve rappresentare un taglio netto con la macchina dello scorso.

2018 Williams Season Launch.
Shoreditch, London, United Kingdom.<

br /> Thursday 15 February 2018.
Jake Humphrey, Paddy Lowe, Claire Williams Lance Stroll, Sergey Sirotkin and Robert Kubica on stage at the launch of the FW41
World Copyright: /Williams F1
ref: Digital Image _J6I6120

Diciamo subito che le immagini che vi mostriamo danno solo un’idea di quella che sarà per davvero la FW41. La macchina vera e propria è ancora in fase di allestimento perché ha superato le prove di crash per l’omologazione del telaio da parte della FIA solo la scorsa settimana.

I meccanici stanno facendo una corsa contro il tempo per allestire la vettura in orario per il primo test collettivo a Barcellona che inizierà lunedì 26 febbraio.

Il chief designer, Ed Wood, e il responsabile aerodinamico, l’ex ferrarista Dirk De Beer, hanno lanciato un progetto tutto nuovo che non ha più nulla in comune con la FW40 che rappresentava l’ultima macchina della gestione di Pat Symonds.

2018 Williams Season Launch.
Shoreditch, London, United Kingdom.
Thursday 15 February 2018.
Lance Stroll, Sergey Sirotkin and Robert Kubica on stage at the launch of the FW41
World Copyright: /Williams F1
ref: Digital Image _J6I6099

A Grove hanno lavorato su tre elementi principali: aerodinamica, nuova costruzione e riduzione di peso: “È molto eccitante dare la prima occhiata alla FW41 – ha detto Paddy Lowe -. È il prodotto di un grande lavoro di squadra tra le varie anime che costituiscono il team”.

La Williams ha perseguito un nuovo concetto aerodinamico che passa più per la ricerca del carico aerodinamico che per la ridotta resistenza all’avanzamento: la macchine degli scorsi anni ha accusato una carenza di spinta verticale specie al posteriore che si rivelava in particolare sui tracciati guidati o con un fondo sconnesso.

Il nuovo progetto, che nasconde molte novità che si vedranno più avanti, dovrebbe assicurare dei significativi progressi nelle prestazioni aerodinamiche. Se la Haas è parsa una evoluzione spinta della VF-17, diventando sempre più simile alla Ferrari SF70H, la FW41 apre un nuovo ciclo progettuale secondo quelli che sono i crisi di Paddy Lowe, un maniaco della perfetta integrazione fra le migliori scelte aerodinamiche e il packaging più funzionale.

Per sopportare i carichi dell’Halo è stata rivista la costruzione della scocca, così come la vettura integra gli sviluppi che arrivano da Mercedes High Performace Powertrain: a Brixworth hanno lavorato sodo per garantire una più efficace integrazione della power unit nelle monoposto dei team clienti.

Paddy Lowe avrebbe voluto adottare la scatola del cambio in carbonio, ma i costi elevati della realizzazione, dopo che il prototipo provato nei test in Ungheria l’anno scorso non aveva dato i risultati attesi in termini di risparmio del peso, ha consigliato la Williams a rimanere fedele alla scatola in metallo, anche se con un disegno del tutto nuovo.

Luigi Gueli

Classe 1996. Studente di Ingegneria Aerospaziale.
Da sempre nutre la passione per tutto ciò che ammette movimento, 4 e 2 ruote comprese.

You may also like...