F1, pagelle GP CANADA

Montreal è “roba di Lewis”: weekend perfetto con la 65^ pole e la 56^ vittoria in carriera. Seb porta la Ferrari dall’ultimo al 4° posto, mentre Raikkonen parte sonnecchiando.

Hamilton 10 – Come gli anni passati dalla prima pole e dalla prima vittoria, nel SUO Canada, 10 anni dopo 65 pole e 56 vittorie. Inutile per gli altri venire a Montreal?

Bottas 8 – Anonimo perché praticamente mai in lotta con qualcuno, ma solido per portare punti pesanti nei costruttori.

Ricciardo 8 – Terzo podio consecutivo. Succede qualcosa agli altri? Lui è lì! A -6 da Raikkonen nel Mondiale.

Vettel 9 – Che rimontona. Certo la via un po’ ha pensato troppo a Hamilton e poco a coprire gli spazi. Danno fatto, ma riparato almeno in parte con una corsa d’attacco, giù dal podio, ma sempre su, davanti a tutti nel Mondiale.

Perez 7 – Ha lottato per il podio, poi non ha voluto saperne dell’ordine di scuderia di lasciar passare Ocon. Si è sentito poco rispettato e tutelato dall’alto dei sui 105 gran premi in più rispetto a Ocon. Ma per andare in un top tema serve dimostrare anche che fai quello che la squadra ti chiede.

Ocon 9 – Garona!!! Prima a star fuori più di tutti con la gomma più morbida, poi a rispettare la squadra non attaccando Perez, poi ci ha provato con cattiveria, ma non c’è riuscito. Comunque ottimo pilota a 20 anni con soli 16 gp sempre solido.

Raikkonen 6 – Partenza sonnechiante, rischio di andare a muro evitato per un soffio, gara anonima, poi rallentato dai problemi, ma sempre lì sarebbe finito. Lontanissimo da Vettel nel mondiale, la Ferrari ha bisogno di un pilota non a corrente alternata.

Hulkenberg 7 – Bene, a punti sempre. Spinge un team ufficiale come Renault a credere nella crescita.

Stroll 7 – “Disastroll” ha lasciato in Canada il “disa”. Con quella macchina e i tanti ritiri arrivare a punti era un obbligo, ma bello che i suoi primi in carriera in F1 siano arrivati a casa sua.

Grosjean 7 – Weekend molto difficile per Haas dopo l’abbuffata di Monaco. Si salva nonostante la botta presa da Sainz e salva il team. Fa sempre la differenza.

Palmer 5 – Date il sedile a Kubica! In fretta!

Magnussen 5 – Non bene, ci si aspettava qualcosa di più dopo Monaco, ma non c’è stato anche per i limiti della macchina e Giovinazzi inzia a mettere pressione.

Ericsson 6 – Vince la sfida dei Sauber è già qualcosa.

Vandoorne 5 – Dove sei? Dove è il campione GP 2015?

Wehrlein 5 – A muro in qualifica battuto in gara da Ericsson.. Occhio cavallino Mercedes, Ocon sta guadagnando tanti punti…

Alonso 7 – Bella qualifica e bella gara, ma poi, sembra strano ma è successo, rottura del motore. Bello il bagno di folla stile USA.

Kvyat 7 – Una buona gara fino al ritiro, non ne gliene gira una giusta, arriverà prima o poi.

Verstappen 8 – Che qualifica e che partenza, poi tradito dalla macchina, ma guai a dargli uno spiraglio.

Massa 6 – Buona qualifica, ma partenza lenta che l’ha messo nel gruppo e a rischio collisione che c’è stata, incolpevole se non per lo start lento.

Sainz 4 – Il peggior weekend dopo una super prestazione a Monaco. Nervoso perché non arriva una grande chiamata.

Luigi Gueli

Classe 1996. Studente di Ingegneria Aerospaziale.
Da sempre nutre la passione per tutto ciò che ammette movimento, 4 e 2 ruote comprese.

You may also like...