F1, Pagelle GP Russia

Bottas ,Gp perfetto. La Ferrari non allenta la corda.

  • BOTTAS 10 – Prima vittoria in carriera, all’81° gran premio della carriera. Meglio tardi che mai, ma velocissimo se consideriamo che è arrivata alla sola 4^ gara con Mercedes, ricordando che Hamilton con Alonso in McLaren ci aveva impiegato un poco di più 6, ma era anche la sesta gara in assoluto. Difficile adesso fargli digerire di fare il secondo.

  • VETTEL 9 – Grande giro in qualifica, impotente sul rettilineo nel momento dell’attacco di potenza della Mercedes, al via. Ci ha provato fino alla fine, ma poi, Massa o meno, passare sarebbe stato praticamente impossibile. Sorriso a metà, da una parte la sconfitta dopo la pole, dall’altra la classifica che si allunga su Hamilton.

  • RAIKKONEN 9 – Il miglior week end dell’anno indubbiamente, trova il primo podio stagionale e il giro veloce. Perde terreno ulteriormente da Vettel, ma conquista punti pesanti per i costruttori per consentire alla rossa di stare lì, a -1, da Mercedes. Utile!

  • HAMILTON 4 – Che disastro, quarto e lontano in qualifica, quarto e lontanissimo in gara. Dovrà riflettere e non poco e non pensare solo a Vettel visto che adesso ha un nemico in casa, forse inatteso, Bottas. Una situazione che Lewis ha fatto vivere ad Alonso nel 2007, adesso tocca a lui. Pensieroso.

  • VERSTAPPEN 8 – Fa il Max con una Red Bull non al Max.. Mai inquadrato a parte al via dove ha fatto il suo capolavoro guadagnando 2 posizioni. Adesso sotto con la Spagna, dove ha vinto, ma quest’anno sarà più dura. Congelato.

  • PEREZ 8 – Gara solida ancora una volta. Sarebbe bello vederlo adesso in un top team. C’è sempre. Costante!

  • OCON 9 – Miglior risultato di sempre in carriera e, questa volta, quasi a livello di Perez, non male davvero. Straccia l’abbonamento alla decima posizione e si prende una straordinaria, per lui, settima piazza. Da seguire!

  • HULKENBERG 7 – Sempre meglio in qualifica che in gara, ma sta facendo crescere la Renault da solo, Palmer è inesistente, almeno per ora. Solido!

  • MASSA 7 – Qualifica da urlo, gara condizionata da una sosta in più rispetto a tutti, e ancora a punti, il pensionato viaggia forte, certo il confronto in squadra è praticamente nullo. Ringiovanito!

  • SAINZ 7 – In un week end durissimo per la Toro Rosso, porta a casa un punto e va bene così. Ossigeno dopo l’errore in Bahrain, alla vigilia della sua gara di casa. Vamos!

  • STROLL 5 – Rischia davvero di passare la stagione a subire critiche e ad alimentare i dubbi. Lontano da Massa sia in qualifica sia in gara. Forse un anno in F2 sarebbe stato meglio, diamogli tempo. Arriverà?

  • KVYAT 5 – Un po’ sotto pressione in casa. Non a livello di Sainz, considerando che gli è partito davanti. Forse in troppi gli hanno ricordato il via del 2016 quando tamponò Vettel. Spento!

  • MAGNUSSEN 6 – In corsa per un po’ per una bella gara, poi sconta una penalità che non capisce e non differisce e spreca l’occasione. Comunque sufficiente con un week end passato sempre davanti a Grosjean. Eppur si muove!

  • VANDOORNE 5 – Un talento che rischia di affondare al suo primo anno vero in F1. La macchina non va neanche a spingerla e parliamo di Mclaren, 182 vittorie nella storia, ma lui la spinge meno, molto meno di Alonso. almeno vede la bandiera a scacchi.

  • ERICSSON 6 – Sauber non va, ma sta davanti a Wehrlein e per questo per lui è già buono.

  • WEHRLEIN 5 – Non a livello della bellissima gara in Bahrain, ma la Sauber proprio non c’era. forse demoralizzato dall’annuncio che l’anno prossimo il team sarà Honda, piove sul bagnato, se Honda è questa.

  • RICCIARDO 6 – Difficile da giudicare, visto il ritiro non per colpa sua, ma ritirato comunque. Bella qualifica, partenza aggressiva, ma poi chiuso da Hamilton in curva 2 si fa infilare da Verstappen. Ancora una volta!

  • ALONSO 6 – Non molla, ma la situazione abbatterebbe anche il più forte leone della foresta. Neanche parte, mamma mia!

  • PALMER 4 – Disastro in qualifica, a muro, meno colpevole in gara, speronato da Grosjean. Non si assume le colpe dell’incidente del sabato, “c’era un cordolo”, come se uno sciatore dicesse “c’era la neve”.

  • GROSJEAN 4 – Il week end peggiore da quando è in Haas. Russia amara!

 

FONTE

Luigi Gueli

Classe 1996. Studente di Ingegneria Aerospaziale.
Da sempre nutre la passione per tutto ciò che ammette movimento, 4 e 2 ruote comprese.

You may also like...