F1, prima sessione di test invernali: il punto della situazione

Si è conclusa la prima sessione dei test invernali di formula 1 sul circuito della Catalogna, a Barcellona: cerchiamo di tirare le somme sulle poche informazioni dateci, a causa del meteo, riguardanti le performance delle vetture.

Partiamo con l’analizzare un aspetto di primaria importanza: i chilometraggi e le lunghe percorrenze. Sicuramente non se lo aspettava nessuno, ma la Toro Rosso, è stata l’unico team a percorrere più Km: ben 1508.22 con un motore Honda! Sembra sia riuscita a fare in pochi mesi ciò che non la McLaren non è stata capace di realizzare in tre anni di rapporto con la Honda nella fornitura della power unit.

Anche Mercedes ha svolto un lungo lavoro, in primis con Valtteri Bottas, che ha girato anche quando le condizioni non erano certo quelle ideali seppur penalizzando l’attuale campione del mondo in carica che ha avuto modo di apprezzare le qualità della W09 nell’ultima mezza giornata. Il team di Brackley ha collezionato ben 306 giri, pari a 1424.43 Km.

A seguire troviamo la SF71-H guidata da Seb e Kimi, i quali hanno percorso insieme 298 giri: ben 1387.19Km e non solo ma,  la power unit 062 EVO montata sulla SF71H oltre che sulla Haas e l’Alfa Romeo Sauber è quella che ha messo insieme 702 tornate (pari a 3.264 km) senza alcun problema.

Buona anche la distanza della Renault che è arrivata a 630 giri (pari a 2.932 km). Al motore di Viry Chatillon sono mancati i chilometri della Red Bull: la RB14 è una macchina molto interessante che ha mostrato alcune criticità legate alle vibrazioni.

In termini di percorrenza dobbiamo aggiungere l’ottimo lavoro condotto da Alfa Romeo Sauber che con la C37 può contare su un pacchetto molto consistente.

Bene anche Williams e Renault, in particolare quest’ultima alle prese con la crescita e l’inserimento tra i top team. Deludente McLaren la quale è riuscita a mettersi in cima alle classifiche delle varie giornate grazie solo alle gomme Hypersoft, la più veloce a mescola morbida, che verrà utilizzata esclusivamente in qualifica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da non sottovalutare le velocità di puntate misurate allo speed trap:

Pic by F1 Twitter account

Appuntamento a lunedì 5 Marzo con la 2° sessione di test, dove si cercherà sicuramente di spremere di più il potenziale delle vetture.

 

Luigi Gueli

Classe 1996. Studente di Ingegneria Aerospaziale.
Da sempre nutre la passione per tutto ciò che ammette movimento, 4 e 2 ruote comprese.

You may also like...